Care compagne e cari compagni,

come saprete dal 1 aprile 2019 è cambiata la procedura che riguarda la richiesta o il rinnovo degli assegni famigliari, che scadono il 30 giugno di ogni anno.

Fino al 1 aprile scorso per chi doveva fare richiesta o rinnovarli era sufficiente compilare in tutte le sue parti il modello ANF DIP SR16 e consegnarlo al datore di lavoro che provvedeva ad inoltrarlo all’INPS. Questa modalità non è più applicabile e il datore di lavoro non può più raccogliere le domande e inoltrarle all’INPS.

Le nuove modalità sono:

  1. accesso al proprio profilo MYINPS con PIN dispositivo e inserimento della domanda on line
  2. presentazione della domanda tramite Patronato INCA CGIL

In allegato vi inviamo un volantino riassuntivo che vi chiediamo di diffondere tra i lavoratori per mettere tutti al corrente delle novità e, soprattutto, per informarli su tutta la documentazione da preparare in caso di presentazione tramite Patronato INCA CGIL.

 

Nel volantino troverete anche gli orari in cui saremo presenti nelle sedi di Mestre, Dolo e Mirano per consulenze o consegna dei documenti.  Ci stiamo attivando per garantire il servizio anche presso la sede di Murano, a partire dal 15 giugno, e nel Veneto Orientale. Ognuno di voi può contattare la segreteria allo 041 5491244 o il segretario di riferimento per concordare incontri specifici.

Importante: per gli iscritti il servizio è gratuito, per i non iscritti il Patronato INCA, da tariffario, chiede € 20,00.

Inoltre, è bene che tutti sappiano che, a differenza degli anni scorsi e visto l’allungarsi dei tempi e dei passaggi per la presentazione, probabilmente ci vorranno un paio di mesi per elaborare le richieste e vederli accreditati in busta paga. Gli arretrati saranno erogati con il primo inserimento in busta paga.

 

La segreteria FILCTEM CGIL è a vostra disposizione per qualsiasi chiarimento,

Segreteria FILCTEM CGIL di Venezia
tel: 041 5491244
fax: 041 5491245
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
website: www.parliamodilavoro.it