Comunicati Filctem e CGIL

Categoria: Comunicati Filctem e CGIL

 

Conversione in legge del decreto n. 65 che, oltre a prevedere la rivalutazione delle pensioni sulla base della sentenza della Corte Costituzionale, prevede alcuni interventi in materia di ammortizzatori sociali. Vengono stanziate le risorse per gli ammortizzatori in deroga 2015 (art. 3) e per i contratti di solidarietà di cui alla legge 236/93 (tipo B). Nella nota del dipartimento nazionale viene inoltre specificato che sono state reperite le risorse per finanziare i contratti di solidarietà di tipo A e per le Cigs per cessazione di attività fino a fine 2015

Leggi tutto...

Categoria: Comunicati Filctem e CGIL

 

INCIDENTI LAVORO: MUORE OPERAIO AL PETROLCHIMICO DI PORTO MARGHERA. MICELI (FILCTEM-CGIL): “PURTROPPO I LAVORATORI IN APPALTO SONO CONSIDERATI ANCORA DI SERIE B”

 

“Accertare subito le responsabilità;  seguiremo con grande attenzione l'evolversi della situazione, senza fare sconti a nessuno” : a dirlo è Emilio Miceli, segretario generale della Filctem-Cgil, non appena appresa la notizia della morte dell'operaio albanese di una ditta appaltatrice mentre lavorava al cracking del petrolchimico di Porto Marghera. “Purtroppo in Italia - ha aggiunto il dirigente sindacale, che ha espresso le condoglianze e la solidarietà della sua organizzazione alla famiglia dello scomparso – i lavoratori in appalto sono ancora considerati di serie B, con scarsi diritti e tutele”.

 

Roma, 21 luglio 2015

Categoria: Comunicati Filctem e CGIL

 

Oggi 21 luglio 2015, il mondo del lavoro esprime una profonda amarezza e rabbia dopo l’ennesimo infortunio mortale accorso ad un lavoratore in appalto del Petrolchimico di Porto Marghera.

Un lavoratore di 40 anni che all’improvviso svolgendo il proprio lavoro perde la vita.

L’incidente mortale verrà valutato da tutti gli organi competenti che sapranno dare risposte alle dinamiche che hanno causato questo grave lutto, ma l’amarezza di apprendere queste funeste notizie viene alimentata dai richiami, dalle denunce e dalle discussioni anche a livello istituzionale che le OO. SS. sollecitano di continuo.

Non più tardi di un paio di mesi fa le organizzazioni sindacali di categoria avevano richiamato l’attenzione del Prefetto di Venezia sui continui cambi di appalto nel perimetro del petrolchimico e della raffineria di Venezia sottolineando la pericolosità di logiche al continuo ribasso sull’aggiudicazione degli appalti, che trovano facile strada nel ridurre le tutele per quanto riguarda la sicurezza e l’ambiente dei lavoratori.

Tutto questo anche a causa della mancanza di un protocollo che obblighi le parti al vincolo della clausola sociale che vincola le aziende subentranti a farsi carico del personale occupato presso le imprese che hanno perso l'appalto.

Oggi ci troviamo ancora a porci i dubbi sull’efficacia delle politiche e delle regole sull’appalto di un gruppo come l’Eni aggravati dalla morte di un altro lavoratore.

Come FILCTEM CGIL, FEMCA CISL e UILTEC UIL di Venezia non vogliamo aggiungerci al coro di chi protesta dopo che l’incidente è già avvenuto ma spiegare per l’ennesima volta che c’è un sistema che non funziona del tutto, che non permette un’efficace prevenzione e controllo nel mondo degli appalti.

Più volte abbiamo sollecitato il gruppo Eni e le principali aziende di appalti a sedersi ad un tavolo e trovare nuove regole che finalmente tutelino a pieno i lavoratori attraverso azioni di prevenzione, attraverso piani formativi, attraverso il controllo della spesa nei bilanci aziendali sotto la voce sicurezza e ambiente.

Purtroppo c’è sempre un’inerzia nell’affrontare questi argomenti perché ancora oggi la sicurezza dei lavoratori viene considerata un costo e non una opportunità.

La FILCTEM CGIL, la FEMCA CISL e UILTEC UIL  di Venezia ribadiscono tutta la loro convinzione e la loro forza nel contrastare fenomeni di aggiudicazione degli appalti poco chiari e poco tutelanti.

In ragione di tutto ciò le organizzazioni sindacali sono pronti ad aprire un tavolo di discussione con le istituzioni locali, gli enti di prevenzione, le aziende e il Prefetto per affrontare questo problema che come vediamo se non discusso con serietà e determinazione ci trova ad esporre i lavoratori ad un pericolo continuo.

 

In ragione di tutto ciò la FILCTEM CGIL,  FEMCA CISL e UILTEC UIL di Venezia ed il coordinamento RSU del Petrolchimico,

proclamano un’ora di sciopero per il giorno 22 luglio 2015

per tutti i lavoratori chimici giornalieri dell’area petrolchimico Porto Marghera

a partire da inizio giornata lavorativa.

 

 

 Il Coordinamento Rsu/Rls del Petrolchimico di Porto Marghera

 

Le segreterie territoriali di Venezia

   Filctem-Cgil Femca -Cisl Uiltec-Uil 

Categoria: Comunicati Filctem e CGIL

 

Venerdì 17 luglio 2015, si è tenuta l’assemblea dei lavoratori della vetreria Berti per discutere la grave situazione che insiste sull’azienda.
Qualche giorno fa l’azienda e le organizzazioni sindacali si sono incontrate per discutere la situazione aziendale e da quell’incontro è emersa una situazione economica e finanziaria molto difficile, un mix tra mancati pagamenti da parte dei clienti e debiti accumulati verso i fornitori che creano una situazione che mette a forte rischio la continuità produttiva.

Inoltre sono già quasi 3 mesi che i lavoratori non vengono pagati.
Il rischio della chiusura dell’azienda e della perdita del posto di lavoro per 47 lavoratori è realmente concreto pur trattandosi di un’azienda che sino a qualche anno fa spesso lavorava in straordinario e godeva di una salute economica e finanziaria che la vedeva come un’azienda di eccellenza nel proprio settore.
I lavoratori e la FILCTEM CGIL di Venezia sono molto sorpresi di come si è ridotta questa azienda e non vorremmo che dietro questo dramma ci fossero interessi che nulla hanno a che fare con l’attività imprenditoriale.
Lunedì 20 luglio 2015 sotto nostra richiesta siamo stati convocati presso il Dipartimento Provinciale del Lavoro per discutere la vertenza e trovare le giuste soluzioni sugli ammortizzatori sociali.
Il nostro obiettivo non è quello, come purtroppo spesso succede, di assicurare gli ammortizzatori sociali a lavoratori destinati a perdere il posto di lavoro, ma di mantenere le fabbriche aperte e produttive, soprattutto fabbriche come queste che attraverso la professionalità dei lavoratori sono sempre state considerate punti d’eccellenza nel territorio.
A tal riguardo chiederemo l’intervento della Regione e del Comune di Venezia perché si facciano carico di questo problema.
Lunedì mattina 20 luglio, in concomitanza all’incontro presso il Dipartimento Provinciale del Lavoro ci sarà un concentramento di tutti i lavoratori della Berti come primo momento di protesta e di mobilitazione.

La Segreteria FILCTEM CGIL di Venezia

Mestre, 17 luglio 2015

Categoria: Comunicati Filctem e CGIL

 

ParliamodiLavoro si racconta. La "giovane" storia del sito web della Filctem Cgil Venezia, pubblicata sul giornale Sinistra Lavoro. 

Questo il link per vedere tutto il giornale: http://www.sinistralavoro-pr.org/uploads/1/7/0/3/17033228/sl-pr-numero6-s.pdf

 

Categoria: Comunicati Filctem e CGIL

 

 

Il primo luglio a Roma gli Esecutivi unitari di Filctem, Femca, Uiltec hanno approvato l'ipotesi di piattaforma unitaria per il contratto del settore chimico-farmaceutico e, allo stesso tempo, le “linee-guida” per il rinnovo di altri importanti contratti in settori industriali e dei servizi a rete (gomma-plastica, energia e petrolio, gas-acqua, occhiali, pmi Unionchimica-Confapi) tutti in scadenza il 31 dicembre 2015.

Leggi tutto...

Categoria: Comunicati Filctem e CGIL

 

Pubblichiamo l'intervento di Riccardo Colletti, Filctem Cgil Venezia, alla trasmissione Focus di Rete Veneta, martedì 30 giugno: sentite come si è espresso su Porto Marghera, le bonifiche, il lavoro e l'ambiente

 

 

Mailinglist

Iscriviti alla nostra mailinglist e sarai il primo a consocere le ultime novità
Please wait

TWITTER

La Gente con noi . . . noi con la Gente

Comunicati Filctem e CGIL

  • Ci mancherai Annalisa . . . .

     
    Questa notte ci ha lasciato la compagna e amica Annalisa Salmistraro, delegata della Safilo di Santa Maria di Sala. La Filctem Cgil di Venezia esprime tutto il suo dolore ed esprime condoglianze alla famiglia. 
    Annalisa era una delegata storica della Safilo e una dirigente sindacale componente del Direttivo della Filctem Cgil di Venezia. Sarà ricordata per il suo profondo impegno verso i più deboli, per la sua dedizione nel difendere i diritti e le tutele delle proprie colleghe di lavoro. Sempre in prima fila nelle lotte che hanno caratterizzato gli ultimi anni della storia turbolenta del Gruppo Safilo.
    Ci mancherai Annalisa, che la terra ti sia lieve.
     
    Filctem Cgil di Venezia
     
    Venerdì 10 luglio 2020

     

    Davide Camuccio
     
  • Al Compagno Bruno Filippini

     


     

     


     

    Sono passati ormai due anni dalla scomparsa del nostro caro amico e compagno Bruno Filippini.

    La FILCTEM CGIL di Venezia continua a ricordarlo come un compagno che ha fatto vivere momenti indimenticabili e di valore inestimabile a chi, come molti di noi, si stava affacciando in un mondo così complesso come quello del sindacato, trasmettendo valori ed insegnamenti che difficilmente ci abbandoneranno.

    Bruno ci ha fatti crescere lasciando dentro ognuno di noi un pezzo di sé stesso, è sempre stato per noi una spalla e ci ha sempre dato consigli, senza mai togliere autonomia di pensiero, per affrontare, con responsabilità, le grandi vertenze che abbiamo vissuto in questi ultimi anni.

    Con le sue qualità e con i suoi consigli Bruno ci ha fatto capire quanto grande è la nostra organizzazione e come viverla.

    Sono molti i valori che abbiamo assimilato standogli vicino, valori che ci accompagneranno per il resto della nostra vita, non solo sindacale.

    Bruno è la storia del nostro Sindacato e del Petrolchimico di Porto Marghera e l’ha vissuta con grande responsabilità nei momenti più bui contro il terrorismo e quando il sindacato non aveva grandi radici all’interno delle grandi aziende.

    Bruno diceva spesso: “Quando i lavoratori sono con te e condividono le scelte, nessuno può mettere in discussione quello che stai facendo”. Non è una frase banale, ma è un modo di rappresentare con forza, passione e determinazione i più deboli, quelli che subiscono ingiustizie, la parte della società che è sempre stata messa in discussione da chi ha un potere più alto.

     Sei sempre con noi compagno!

     

    La segreteria FILCTEM CGIL di Venezia

    Mestre, 26 settembre 2019

     
  • UN SALUTO ED UN ABBRAACIO A LUCIA


     

     

    Abbiamo appreso con sgomento ed incredulità la notizia della prematura ed improvvisa scomparsa della compagna Lucia Berto.
    Lucia è stata segretaria generale della FILCEA Venezia, segretaria della CGIL di Padova e dal 2017 faceva parte della segreteria dello SPI Cgil di Padova.
    Compagna storica e persona speciale, sempre in prima linea nella difesa dei diritti delle donne, dei lavoratori e delle lavoratrici.
    La ricordiamo per il suo indiscusso impegno e professionalità alla guida della FILCEA di Venezia in un periodo politico-sindacale difficile e caratterizzato da profonde
    trasformazioni del sito produttivo di Venezia.
    Ricordiamo la sua umanità nel confrontarsi con le lavoratrici, i lavoratori e i propri collaboratori avendo sempre un momento di ascolto per ognuno di noi.
    La FILCTEM CGIL di Venezia esprime il proprio cordoglio alla figlia Marina e alla famiglia
    e ai compagni dello SPI CGIL di Padova.

    La segreteria FILCTEM CGIL di Venezia

     
  • GRANDI NAVI A VENEZIA