Giovedì all’incontro in Prefettura a Venezia, tra organizzazioni sindacali, Actv e Istituzioni locali, si è discusso del problema della “LINEA 80” di servizio, nella tratta Chioggia - Venezia. FILCTEM CGIL con una numerosa rappresentanza di lavoratori ha presenziato, in forma di protesta, al tavolo. Dopo ampia discussione è stato siglato un verbale di incontro da cui si prende atto di tutti i problemi e disagi che il nuovo appalto della “LINEA 80” sta creando, dando l’avvio ad un tavolo tecnico di approfondimento dei problemi per un ritorno in Prefettura nell’arco di un paio di settimane.

L'appello ai Comuni

Come FILCTEM CGIL esprimiamo una cauta soddisfazione per il risultato ribadendo l’urgenza di risolvere i problemi evidenziati che mettono in forte difficoltà i numerosi lavoratori residenti a Chioggia, che ogni giorno vanno a lavorare al Petrolchimico di Porto Marghera. E’ impensabile seguire logiche di risparmio penalizzando operatori che, anche impegnati in turni, passano quasi due ore in autobus per andare e tornare dal lavoro. Rinnoviamo l’appello al Comune di Venezia e al Comune di Chioggia affinché attraverso il tavolo prefettizio intervengano con decisione a tutela di questi lavoratori. FILCTEM CGIL continuerà a supportare la legittima protesta di questi lavoratori fin quando non si troveranno soluzioni ragionevoli.

linea 80,