Il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso

 

LA DIRETTA DELLA CONFERENZA STAMPA SU RADIO ARTICOLO 1 Ieri Radio Articolo 1 ha trasmesso in diretta tutta la conferenza stampa del segretario generale nel parcheggio antistante la stazione Termini. Per riascoltare l’intervento di Susanna Camusso:

http://www.radioarticolo1.it/audio/2016/01/18/26840/carta-dei-dirittiuniversali-del-lavoro-susanna-camusso-lancia-la-consultazione-degli-iscritti-cgil ―

I DIRITTI SONO IN CAPO ALLE PERSONE‖. CAMUSSO SU RASSEGNA SINDACALE Sul sito di Rassegna Sindacale l’intervista al segretario generale della Cgil. ― È evidente che lo Statuto del 1970 di per sé non basta più, per la semplice ragione che quella legge era stata pensata per un’unica tipologia di rapporto di lavoro – risponde Susanna Camusso alla domanda di Guido Iocca sui motivi che hanno spinto la Cgil a lanciare una iniziativa così impegnativa -

La distinzione che allora appariva assolutamente chiara, tra lavoro subordinato a tempo indeterminato e autonomo, oggi non c’è più, sia per la moltiplicazione dei rapporti di lavoro, sia perché la stessa modalità con cui il lavoro si organizza è fondamentalmente cambiata. Gli anni settanta sono stati ancora quelli della verticalizzazione della produzione, oggi siamo nell’epoca in cui è più facile un processo di esternalizzazione, di appalto e quindi di filiera.

Il risultato è che anche nei rapporti autonomi è frequente la presenza di elementi di eterodirezione, che di fatto non permettono più di distinguere tra rapporto subordinato e rapporto autonomo. È evidente che, la sfida è oggi quella di declinare il tema dei diritti riconoscendoli in capo alle persone e non più suddividendoli per tipologia contrattuale‖. Per sintetizzare i punti caratterizzanti della proposta della Cgil, il segretario generale ha detto: ―Punterei a valorizzare innanzitutto quello che io considero un punto fermo del nostro progetto: i diritti sono in capo alle persone. Lo ripeto.

Che si tratti di lavoratori autonomi o subordinati, questi devono vedersi riconosciuti i fondamentali diritti del e nel lavoro: il diritto al riposo, alla malattia, alla formazione, alla protezione del loro sapere, che si chiami diritto d’autore o proprietà intellettuale, alla maternità, alle ferie. In questo ci vantiamo di pensarla all’antica. Un secondo ordine di principi, anch’esso assai caro alla nostra organizzazione, attiene alla democrazia, al voto dei lavoratori, all’elezione e al riconoscimento del potere contrattuale dei delegati.

È il tema delicatissimo della rappresentanza, che riguarda le organizzazioni dei lavoratori, ma anche i nostri interlocutori datoriali. Su questo versante, noi proponiamo l’attuazione dell’articolo 39 della Costituzione, con il fine principale di ripristinare il giusto rapporto tra legislazione e contrattazione, obbligando nel contempo governo e Parlamento a tornare a operare nei loro ambiti di competenza e lasciando ai corpi intermedi le loro naturali prerogative.

Ma la contrattazione, con il recupero del suo primato, deve anche riappropriarsi della capacità di produrre partecipazione, occupandosi non solo dei minimi contrattuali con valore erga omnes, dando applicazione all’articolo 39 della Costituzione, ma anche dell’idea – e qui siamo già al terzo ordine di ragionamento – che si debba avanzare sul terreno della codeterminazione e della democrazia economica, strumenti che giudichiamo utili al benessere del lavoro.

Per rileggere tutta l’intervista: http://www.rassegna.it/articoli/il-lavoro-e-uno-i-diritti-sono-di-tutti 97 ARTICOLI PER UN DIRITTO DEL LAVORO UGUALE PER TUTTI Sul sito della Cgil il testo completo della Carta dei diritti universali. http://www.cgil.it/Archivio/CAMPAGNE/Carta_diritti_universali/Carta_dei_diritti_del_lavoro_ testo_finale_13.01.2016.pdf

Mailinglist

Iscriviti alla nostra mailinglist e sarai il primo a consocere le ultime novità
Please wait

TWITTER

La Gente con noi . . . noi con la Gente

Comunicati Filctem e CGIL

  • Ci mancherai Annalisa . . . .

     
    Questa notte ci ha lasciato la compagna e amica Annalisa Salmistraro, delegata della Safilo di Santa Maria di Sala. La Filctem Cgil di Venezia esprime tutto il suo dolore ed esprime condoglianze alla famiglia. 
    Annalisa era una delegata storica della Safilo e una dirigente sindacale componente del Direttivo della Filctem Cgil di Venezia. Sarà ricordata per il suo profondo impegno verso i più deboli, per la sua dedizione nel difendere i diritti e le tutele delle proprie colleghe di lavoro. Sempre in prima fila nelle lotte che hanno caratterizzato gli ultimi anni della storia turbolenta del Gruppo Safilo.
    Ci mancherai Annalisa, che la terra ti sia lieve.
     
    Filctem Cgil di Venezia
     
    Venerdì 10 luglio 2020

     

    Davide Camuccio
     
  • Al Compagno Bruno Filippini

     


     

     


     

    Sono passati ormai due anni dalla scomparsa del nostro caro amico e compagno Bruno Filippini.

    La FILCTEM CGIL di Venezia continua a ricordarlo come un compagno che ha fatto vivere momenti indimenticabili e di valore inestimabile a chi, come molti di noi, si stava affacciando in un mondo così complesso come quello del sindacato, trasmettendo valori ed insegnamenti che difficilmente ci abbandoneranno.

    Bruno ci ha fatti crescere lasciando dentro ognuno di noi un pezzo di sé stesso, è sempre stato per noi una spalla e ci ha sempre dato consigli, senza mai togliere autonomia di pensiero, per affrontare, con responsabilità, le grandi vertenze che abbiamo vissuto in questi ultimi anni.

    Con le sue qualità e con i suoi consigli Bruno ci ha fatto capire quanto grande è la nostra organizzazione e come viverla.

    Sono molti i valori che abbiamo assimilato standogli vicino, valori che ci accompagneranno per il resto della nostra vita, non solo sindacale.

    Bruno è la storia del nostro Sindacato e del Petrolchimico di Porto Marghera e l’ha vissuta con grande responsabilità nei momenti più bui contro il terrorismo e quando il sindacato non aveva grandi radici all’interno delle grandi aziende.

    Bruno diceva spesso: “Quando i lavoratori sono con te e condividono le scelte, nessuno può mettere in discussione quello che stai facendo”. Non è una frase banale, ma è un modo di rappresentare con forza, passione e determinazione i più deboli, quelli che subiscono ingiustizie, la parte della società che è sempre stata messa in discussione da chi ha un potere più alto.

     Sei sempre con noi compagno!

     

    La segreteria FILCTEM CGIL di Venezia

    Mestre, 26 settembre 2019

     
  • UN SALUTO ED UN ABBRAACIO A LUCIA


     

     

    Abbiamo appreso con sgomento ed incredulità la notizia della prematura ed improvvisa scomparsa della compagna Lucia Berto.
    Lucia è stata segretaria generale della FILCEA Venezia, segretaria della CGIL di Padova e dal 2017 faceva parte della segreteria dello SPI Cgil di Padova.
    Compagna storica e persona speciale, sempre in prima linea nella difesa dei diritti delle donne, dei lavoratori e delle lavoratrici.
    La ricordiamo per il suo indiscusso impegno e professionalità alla guida della FILCEA di Venezia in un periodo politico-sindacale difficile e caratterizzato da profonde
    trasformazioni del sito produttivo di Venezia.
    Ricordiamo la sua umanità nel confrontarsi con le lavoratrici, i lavoratori e i propri collaboratori avendo sempre un momento di ascolto per ognuno di noi.
    La FILCTEM CGIL di Venezia esprime il proprio cordoglio alla figlia Marina e alla famiglia
    e ai compagni dello SPI CGIL di Padova.

    La segreteria FILCTEM CGIL di Venezia

     
  • GRANDI NAVI A VENEZIA