Incidente sul lavoro a Mestre: incastrato nel macchinario, perde la vita in ospedale

La vittima è un 33enne di cittadinanza bengalese

Non ce l'ha fatta, nonostante gli sforzi sanitari e un intervento chirurgico d'urgenza. L'incidente sul lavoro che ha caratterizzato la prima mattinata mestrina di martedì si è concluso in tragedia: Alin Shamiul, 33enne bengalese (avrebbe compiuto 34 anni il prossimo 1 luglio), ha perso la vita a causa dei traumi da schiacciamento riportati a causa di un inconveniente che si è verificato nella ditta "HotelService" di via Paganello a Mestre.

Il sindacato Filctem Cgil Venezia

"Non è il momento né delle polemiche né quantomeno di colpevolizzare qualcuno - scrive Michele Pettenò -, ma pensare che oggi, nonostante l’impegno profuso in termini di sicurezza nelle aziende inserite nel nostro territorio, ci sia ancora chi perde la vita lavorando è inaccettabile. Abbiamo coadiuvato un’assemblea di gruppo con i lavoratori di questa azienda che nel nostro territorio conta due stabilimenti, il primo a Mira con 60 dipendenti, e l’altro a Mestre con altrettante maestranze. Aspettiamo di sapere, dal sopralluogo degli enti preposti, se emergeranno responsabilità su quanto accaduto, rimarcando che la sicurezza nei posti di lavoro è una priorità che ci riguarda tutti. Nelle prossime ore dopo aver incontrato i lavoratori decideremo eventuali azioni mirate a far sì che episodi del genere non si ripetano mai più".

 

 


 

"Pronto piano di riparto - racconta Nicoletta Zago, ex dipendente della sede di Porto Marghera - che il curatore fallimentare, l'avvocato Pizzigati, ha predisposto per liquidare le somme dovute agli addetti, circa 200 persone, fra operai e impiegati, in tutto il territorio italiano". Si parla di svariate migliaia di euro, incluse mensilità, almeno 6 per ciascuno, arretrate di stipendio. Dopo 4 anni qualcosa inizia a muoversi. 15 giorni di tempo al massimo per eventuali contestazioni, in caso di non corrispondenza delle somme e poi "si dovrebbe poter tirare un sospiro di sollievo. Il sindacato Filctem Cgil di Venezia non ha mai mollato la presa e ci è sempre rimasto accanto", conclude Nicoletta. Queste le prime risposte per gli ex dipendenti rimasti senza occupazione, senza mobilità, e molti di loro senza lavoro.


 

Pagina 4 di 55

Iscrizione Mailinglist

Iscriviti alla nostra mailinglist e sarai il primo a consocere le ultime novità
Please wait