"Pronto piano di riparto - racconta Nicoletta Zago, ex dipendente della sede di Porto Marghera - che il curatore fallimentare, l'avvocato Pizzigati, ha predisposto per liquidare le somme dovute agli addetti, circa 200 persone, fra operai e impiegati, in tutto il territorio italiano". Si parla di svariate migliaia di euro, incluse mensilità, almeno 6 per ciascuno, arretrate di stipendio. Dopo 4 anni qualcosa inizia a muoversi. 15 giorni di tempo al massimo per eventuali contestazioni, in caso di non corrispondenza delle somme e poi "si dovrebbe poter tirare un sospiro di sollievo. Il sindacato Filctem Cgil di Venezia non ha mai mollato la presa e ci è sempre rimasto accanto", conclude Nicoletta. Queste le prime risposte per gli ex dipendenti rimasti senza occupazione, senza mobilità, e molti di loro senza lavoro.

Iscrizione Mailinglist

Iscriviti alla nostra mailinglist e sarai il primo a consocere le ultime novità
Please wait