E’ vero per Vinyls oltre il danno anche la BEFFA, si dice bene in un articolo di un quotidiano del 21 gennaio 2015.

Il Ministero dell’Ambiente aveva stanziato 3,2 mln/€ per le bonifiche di Vinyls ma di quei soldi si sono ormai perse le tracce, probabilmente sono finiti nelle tasche di qualcuno, (l’esperienza insegna) invece di esser realmente utilizzati per le bonifiche con le professionalità e la forza lavoro delle lavoratrici e dei lavoratori Vinyls.

Non mi stancherò MAI di chiedere chiarezza e trasparenza per tutta questa vicenda.

Sarebbe a dir poco spiacevole che quei 3,2 mln. diventassero un business per qualcuno mentre i “soliti” hanno perso il loro posto di lavoro.

 

Ora scopriamo che le spese delle bonifiche dovrà sostenerle il Comune, ovvero i contribuenti, con un conto da 95000 € deliberato con urgenza dal commissario Zappalorto…è alquanto bizzarra questa situazione perché mi chiedo: come mai ORA il Comune PAGA le bonifiche di Vinyls ad un’impresa esterna e NON ha pagato i lavoratori Vinyls fino al 7 Dicembre 2014? ( giorno del licenziamento collettivo)

E’ stata sempre garantita la sicurezza ambientale e quant’altro fino al 7 dicembre 2014, però con un piccolo particolare, le lavoratrici e i lavoratori hanno prestato servizio in cassa integrazione, quindi di fatto le bonifiche di Vinyls sono state pagate dall’INPS!

Altra considerazione, così a voce alta…ma dell’Oleificio Medio Piave o meglio della nuova società costituita e cioè Medio Piave Marghera qualcuno ha notizie?

Così per sapere, visto che i terreni all’interno del petrolchimico li ha acquistati, recintati e resi operativi con arrivi e partenze di materie prime stoccate in serbatoi ma in concreto non ha assunto nessun lavoratore, come invece si era impegnata con un accordo siglato con Sindacati e Confindustria nel lontano 2012.

Anche Sindyal all’epoca aveva vincolato la vendita dei terreni a Medio Piave Marghera precisando nero su bianco che venissero assunti tutti i dipendenti Vinyls…un’altra BEFFA!

Risultato di tutta questa vergognosa vicenda…NOI a casa in mobilità, con per di più, due insinuazioni al fallimento che ci vedono creditori verso Vinyls di decine di migliaia di euro che forse, e dico forse… rivedremo fra qualche anno quando il tribunale deciderà il da farsi!

Nei prossimi mesi saremo chiamati, qui a Venezia, a votare per l’elezione del nuovo Sindaco e del nuovo Governatore della Regione, tutti da destra a sinistra avevate promesso che una soluzione per Vinyls si sarebbe trovata…altra BEFFA!

Nel segreto dell’urna Noi però non dimenticheremo tutte le BEFFE ricevute…

Le lavoratrici e i lavoratori meritano rispetto non solo per la conoscenza e la professionalità che hanno, ma anche per la battaglia che hanno condotto sempre a testa ALTA e con DIGNITA’.

Non dimentichiamo T. Roosevelt che diceva:

L'onore spetta all'uomo che realmente sta nell'arena, il cui viso è segnato dalla polvere, dal sudore, dal sangue; che lotta con coraggio; che sbaglia ripetutamente, perché non c'è tentativo senza errori e manchevolezze; che lotta effettivamente per raggiungere l'obiettivo; che conosce il grande entusiasmo, la grande dedizione, che si spende per una giusta causa; che nella migliore delle ipotesi conosce alla fine il trionfo delle grandi conquiste e che, nella peggiore delle ipotesi, se fallisce, almeno cade sapendo di aver osato abbastanza. Dunque il suo posto non sarà mai accanto a quelle anime timide che non conoscono né la vittoria, né la sconfitta.

Un tempo eravamo TUTTI figli dell’Eni, alla fine siamo diventati TUTTI figli di NESSUNO                                                                                                            

Nicoletta Zago

(ex lavoratrice Vinyls)

Iscrizione Mailinglist

Iscriviti alla nostra mailinglist e sarai il primo a consocere le ultime novità
Please wait