SCIOPERO ENI E SAIPEM. MICELI (FILCTEM-CGIL): “L'ENI INTERROMPA SUBITO LA TRATTATIVA CON SK CAPITAL”

“L'Eni si è rifugiato da sette mesi in una trattativa per la cessione di Versalis che non è più in esclusiva ma è diventata privata. Se dopo tutto questo tempo non sono quantomeno chiari i punti, significa che è una trattativa sbagliata. Ci aspettiamo risposte dalla Presidenza del Consiglio alla quale abbiamo chiesto, e lo chiederemo anche oggi, se un'impresa di cui è proprietaria la Cassa Depositi e Prestiti possa vendere ad un piccolo fondo americano – SK Capital – assolutamente non in grado di fornire garanzie finanziarie né industriali, per di più con  sede alle isole Cayman e nel Delaware, vero paradiso fiscale all'interno degli Usa: il 18 maggio chiederemo all' a.d. Descalzi  di interrompere subito la trattativa: è un problema etico della politica e dell'economia!”: così Emilio Miceli, segretario generale della Filctem-Cgil ha concluso la manifestazione Filctem, Femca, Uiltec di fronte ad una piazza gremita di lavoratrici e lavoratori Eni e Saipem che hanno incrociato le braccia per la quarta volta in pochi mesi, e manifestato oggi a Roma (piazza del Pantheon) tutte le loro preoccupazioni per  l'occupazione, la ricerca, l'innovazione, a cominciare proprio da quel ruolo fondamentale che nel prossimo futuro avrà la transizione verso la “chimica verde”.

“Che fine faranno – ha aggiunto – i nuovi progetti di industrializzazione e chimica verde se si cede ad un fondo che ha quelle caratteristiche? La chimica di base- al pari della siderurgia e delle telecomunicazioni – è una grande infrastruttura del Paese e l'Eni non ha il diritto di ammazzarla!”.

“E il Governo , come regolatore della politica industriale – ha concluso Miceli – deve chiarire una volta per tutte se Eni deve mantenere le caratteristiche industriali (dalla chimica, alla raffinazione, al retail gas) perché non può solo ragionare con i bilanci alla mano e passare solo all'incasso”

 

Roma, 13 maggio 2016

Iscrizione Mailinglist

Iscriviti alla nostra mailinglist e sarai il primo a consocere le ultime novità
Please wait