ENEL, UN'ORA DI SCIOPERO NAZIONALE PER LA SICUREZZA SUL LAVORO

Filctem-Cgil, Flaei-Cisl, Uiltec-Uil: “Assunzioni indispensabili, investimenti e manutenzione sulla rete, necessità non più derogabili”

E' sciopero nazionale di un'ora venerdì 23 ottobre, per tutti i lavoratori italiani di Enel, proclamato dalle segreterie nazionali dei sindacati del settore Filctem-Cgil, Flaei-Cisl, Uiltec-Uil.

Il motivo è la sicurezza nel lavoro, sul quale non si deve mai abbassare la guardia, e l'ennesimo infortunio mortale avvenuto recentemente nella zona Enel di Benevento dove un giovane operaio di 38 anni è rimasto folgorato mentre ripristinava il servizio.

“Questo ennesimo incidente mortale, dalle cause non ancora del tutto accertate - dicono in un comunicato  Filctem, Flaei, Uiltec, che hanno espresso le più sentite condoglianze alla famiglia - deve far riflettere l'azienda  sulla opportunità di maggiori investimenti e manutenzione sulla rete elettrica, ma soprattutto sulla necessità – divenuta inderogabile – di assunzioni indispensabili nelle aree tecnico-operative per coprire la reperibilità e le nuove esigenze che il servizio richiede, soprattutto dopo l'avvento dei piccoli produttori di energia che immettono nella rete elettrica di media tensione, divenuta – negli ultimi tempi -  una delle principali cause di disservizio”.


 

 

Comunicato stampa

ELETTRICI, ALLARME LAVORO: RIUSCITA LA MANIFESTAZIONE A ROMA. MICELI (FILCTEM-CGIL):  “CI ASPETTIAMO UNA CONVOCAZIONE DEL GOVERNO”



Stato di agitazione nel comparto termoelettrico. Centinaia i lavoratori delle centrali elettriche di Enel, E.On., Tirreno Power, Edison, Sorgenia, A2A, Edipower provenienti da tutta Italia convenuti a Roma in piazza Montecitorio per la manifestazione nazionale promossa dai sindacati  Filctem-Cgil, Flaei-Cisl, Uiltec-Uil. Con un'unica preoccupazione: l'”allarme lavoro” in un settore, quello della generazione termoelettrica (circa 10.000 addetti), dove sono stimate  39 tra centrali e siti a rischio chiusura con circa 2900 lavoratori coinvolti e altrettanti nell'indotto, che la crisi rischia di travolgere vuoi per il calo dei consumi e vuoi per la mancata pianificazione energetica, il cui risultato ha portato il settore all'asfissia.

Leggi tutto: ELETTRICI, ALLARME LAVORO: RIUSCITA LA MANIFESTAZIONE A ROMA. MICELI (FILCTEM-CGIL): “CI...

Pagina 3 di 5

Iscrizione Mailinglist

Iscriviti alla nostra mailinglist e sarai il primo a consocere le ultime novità
Please wait