CONTRATTO PMI TESSILE / CHIMICO CON ARTIGIANI: APPROVATA LA PIATTAFORMA UNITARIA.  100 EURO E' LA RICHIESTA DEI SINDACATI PER IL RINNOVO NEL TRIENNIO 2017-2020 PER IL SETTORE TESSILE; PER IL SETTORE CHIMICO VARIA DAI 120 EURO DEL COMPARTO CHIMICO E SETTORI ACCORPATI AI 105 EURO PER LA GOMMA-PLASTICA,

PER FINIRE AI 95 EURO PER  VETRO E CERAMICA

 

L'Assemblea nazionale unitaria dei delegati Filctem-Cgil, Femca-Cisl, Uiltec-Uil, riunitasi oggi a Bologna,  ha approvato la piattaforma per il rinnovo del contratto 2017-2020 (circa 5.000 i lavoratori interessati) delle Pmi tessile-moda /chimico con le associazioni degli artigiani,  in scadenza proprio oggi, 31marzo 2017.

La richiesta economica dei sindacati è – per la sezione moda -  di 100 euro medi (al 3° livello super),  mentre varia dai 120 euro per il comparto chimico e settori accorpati, ai 105 euro del settore gomma-plastica, per finire ai 95 euro per vetro e ceramica.

Nel campo delle normative, Filctem, Femca, Uiltec puntano al miglioramento delle relazioni industriali, in particolare con la richiesta di diritto all'informazione per le piccole imprese, nonché alla responsabilità sociale dell'impresa.

Sul fronte del  “welfare” contrattuale si richiede di incrementare il contributo aziendale per la previdenza complementare e di riconfermare l'adesione delle aziende già aderenti al Fondo integrativo sanitario interconfederale (“San.Arti”), mentre sul tema dei diritti individuali spicca, tra l'altro,  la richiesta di Filctem, Femca, Uiltec di prevedere  10 giorni l'anno – cinque dei quali retribuiti – il congedo per malattia del figlio in età compresa tra i 3 e i 13 anni.

Inoltre i  sindacati chiedono la rivalutazione dell'elemento perequativo per i settori afferenti alla chimica e l'aumento di garanzia retributiva (da 220 a 350 euro per il settore moda.

Infine per sviluppare ed estendere la contrattazione di 2° livello – oltre all'attuazione  della contrattazione territoriale e di filiera -  i sindacati chiedono “linee-guida” per assegnarle materie quali: le staffette generazionali, l'occupazione giovanile, il consolidamento a tempo indeterminato dei contratti atipici, la possibilità di attivare forme di “smart-working”.

La piattaforma approvata – fanno sapere i sindacati – sarà subito presentata alle associazioni degli artigiani (Confartigianato, Cna) per l'inizio delle trattative.


 

CONTRATTO PMI TESSILE / CHIMICO CON ARTIGIANI: APPROVATA LA PIATTAFORMA UNITARIA.  100 EURO E' LA RICHIESTA DEI SINDACATI PER IL RINNOVO NEL TRIENNIO 2017-2020 PER IL SETTORE TESSILE; PER IL SETTORE CHIMICO VARIA DAI 120 EURO DEL COMPARTO CHIMICO E SETTORI ACCORPATI AI 105 EURO PER LA GOMMA-PLASTICA,

PER FINIRE AI 95 EURO PER  VETRO E CERAMICA

 

L'Assemblea nazionale unitaria dei delegati Filctem-Cgil, Femca-Cisl, Uiltec-Uil, riunitasi oggi a Bologna,  ha approvato la piattaforma per il rinnovo del contratto 2017-2020 (circa 5.000 i lavoratori interessati) delle Pmi tessile-moda /chimico con le associazioni degli artigiani,  in scadenza proprio oggi, 31marzo 2017.

La richiesta economica dei sindacati è – per la sezione moda -  di 100 euro medi (al 3° livello super),  mentre varia dai 120 euro per il comparto chimico e settori accorpati, ai 105 euro del settore gomma-plastica, per finire ai 95 euro per vetro e ceramica.

Nel campo delle normative, Filctem, Femca, Uiltec puntano al miglioramento delle relazioni industriali, in particolare con la richiesta di diritto all'informazione per le piccole imprese, nonché alla responsabilità sociale dell'impresa.

Sul fronte del  “welfare” contrattuale si richiede di incrementare il contributo aziendale per la previdenza complementare e di riconfermare l'adesione delle aziende già aderenti al Fondo integrativo sanitario interconfederale (“San.Arti”), mentre sul tema dei diritti individuali spicca, tra l'altro,  la richiesta di Filctem, Femca, Uiltec di prevedere  10 giorni l'anno – cinque dei quali retribuiti – il congedo per malattia del figlio in età compresa tra i 3 e i 13 anni.

Inoltre i  sindacati chiedono la rivalutazione dell'elemento perequativo per i settori afferenti alla chimica e l'aumento di garanzia retributiva (da 220 a 350 euro per il settore moda.

Infine per sviluppare ed estendere la contrattazione di 2° livello – oltre all'attuazione  della contrattazione territoriale e di filiera -  i sindacati chiedono “linee-guida” per assegnarle materie quali: le staffette generazionali, l'occupazione giovanile, il consolidamento a tempo indeterminato dei contratti atipici, la possibilità di attivare forme di “smart-working”.

La piattaforma approvata – fanno sapere i sindacati – sarà subito presentata alle associazioni degli artigiani (Confartigianato, Cna) per l'inizio delle trattative.


 

 

 

 

Successo della manifestazione nazionale a Firenze e forte adesione allo sciopero generale

per il rinnovo dei contratti tessile e calzaturiero

 

Riuscitissima la manifestazione di questa mattina a Firenze dei lavoratori del settore tessile-abbigliamento (420mila addetti) e del calzaturiero (80mila addetti) per il rinnovo dei contratti nazionali, scaduti entrambi il 31 marzo 2016, organizzata dalle sigle sindacali Filctem-Cgil, Femca-Cisl, Uiltec-Uil insieme allo sciopero di otto ore, la cui partecipazione si è attestata attorno all'80%.

"Non è un caso se abbiamo deciso di venire a manifestare a Firenze e nel corso di una delle più importanti rassegne di moda (Pitti Uomo ndr), perché se si fanno profitti, allora è giusto che si garantiscano anche diritti e salari". Così i segretari generali Emilio Miceli, Angelo Colombini e Paolo Pirani dal palco di Piazza dell'Unità, dove si è concluso il corteo cui hanno partecipato più di 5mila lavoratori venuti da tutt'Italia. "Non siamo disposti ad accettare un contratto a costo zero, così come non siamo disposti a prendere in prestito modelli salariali da nessuno” hanno incalzato. “Chiediamo un contratto dignitoso che difenda diritti e salario, insomma un contratto normale – hanno concluso - , ma le posizioni oltranziste di SMI e la retromarcia inaspettata di Assocalzaturifici sono inaccettabili".

 

FILCTEM CGIL VENEZIA

 

Firenze, 13 gennaio 2017

 

Pagina 3 di 14

Iscrizione Mailinglist

Iscriviti alla nostra mailinglist e sarai il primo a consocere le ultime novità
Please wait