I lavoratori del distretto calzaturiero della Riviera del Brenta si portano a casa, anche per l'anno 2018, il premio di distretto. A riferirlo sono i sindacati che, il 9 luglio scorso, hanno raggiunto con Acrib un'ipotesi di accordo che prevede il riconoscimento econonomico per le maestranze, in proroga rispetto all'anno precedente: un ammontare di 1080 euro lordi (calcolati di fatto sulla base del raggiungimento degli obiettivi aziendali).


"Crediamo che aver riconfermato questo premio, nonostante la crisi di settore, sia merito del lavoro e dell’impegno giornaliero degli addetti- dice Michele Pettenò della Filctem Cgil Venezia, sigla che insieme a Cisl e Uil si è seduta al tavolo delle trattative -. Ma consciamo anche le potenzialità del settore e la professionalità, l'impegno e la dedizione delle maestranze, per questo riteniamo che il merito, in prospettiva, debba essere sempre più valorizzato".


"Il lavoro umano nelle calzature determina il valore stesso dei prodotti artigianali, che finiscono sui mercati di tutto il mondo - dice Pettenò -. Allo stesso modo ammettiamo che il comparto subisca le crisi e le oscillazioni della domanda a livello internazionale. Ma siamo fiduciosi, perché questa nicchia ha sempre saputo reagire e contrastare i periodi più duri. Crediamo, per il futuro, nella necessità di rafforzare il confronto continuo con le imprese e i meccanismi che valorizzano il distretto e le sue parti".

Iscrizione Mailinglist

Iscriviti alla nostra mailinglist e sarai il primo a consocere le ultime novità
Please wait