L'assemblea nazionale unitaria dei delegati Filctem-Cgil, Femca-Cisl, Uiltec-Uil, riunitasi a Firenze,  ha messo a punto, con largo anticipo, l'ipotesi di piattaforma per il rinnovo del contratto nazionale 2016-2019 del settore pelli e succedanei (interessati 35.000 addetti in oltre 5000 piccole e medie imprese), che scadrà il 31 marzo 2016.

La richiesta economica dei sindacati è di 100 euro medi nel triennio.

Nel campo delle normative, Filctem, Femca, Uiltec puntano al miglioramento delle relazioni industriali, con orientamento all'informazione e alla partecipazione, nonché alla responsabilità sociale dell'impresa e alla contrattazione di filiera.

Sul fronte del  “welfare” contrattuale si richiede l'istituzione del Fondo sanitario integratiìvo, mentre sul tema dei diritti dei lavoratori– oltre al miglioramento di quelli individuali – si rivendica maggiore attenzione alla conciliazione dei tempi di vita e di lavoro e al tema dell'inquadramento come fattore qualificante della prestazione lavorativa e delle professionalità.

Ora la parola passa alle assemblee dei lavoratori per arrivare poi, entro il 3 dicembre, al varo definitivo della piattaforma per essere presentata all'Aimpes, l'associazione imprenditoriale del settore aderente a Confindustria, ed iniziare rapidamente le trattative.

 

Firenze, 9 novembre 2015

Iscrizione Mailinglist

Iscriviti alla nostra mailinglist e sarai il primo a consocere le ultime novità
Please wait