La guerra russo-ucraina sta peggiorando la situazione energetica italiana, nello specifico il distretto di Murano è quello che ne sta pagando di più le conseguenze. Il gas naturale che serve per mantenere i forni accesi nell’arco di un anno è quasi decuplicato, passando dai 19 centesimi al metro cubo di un anno fa all’odierno 1,70€, e nonostante lo stanziamento di 3 milioni di euro a novembre da parte della Regione Veneto, questi rincari rischiano di far spegnere il fuoco sull’isola. Questo è l’ennesimo duro colpo per il distretto, non ancora ripresosi dalla crisi mondiale del 2009, con i lavoratori che temono un nuovo lungo periodo di cassa integrazione. La Filctem-CGIL di Venezia esprime profonda preoccupazione per il distretto di Murano, e teme, in assenza di interventi da parte del governo, gravissime ripercussioni sulla continuità delle imprese e sull’occupazione. Auspichiamo un rapido incontro con Confindustria, Confartigianato e le Istituzioni, per trovare una soluzione che permetta di salvaguardare i posti di lavoro.


 

Iscrizione Mailinglist

Iscriviti alla nostra mailinglist e sarai il primo a consocere le ultime novità
Please wait